Reggio Calabria
 

Coronavirus, Nuova Calabria - Bovalino : "Gettoni di presenza consiglieri di minoranza destinati a famiglie bisognose"

"Avevamo inizialmente deciso di destinare i fondi accantonati con la rinuncia ai gettoni di presenza di tutti i consiglieri comunali di minoranza all'emergenza COVID 19, per l'acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità per i nuclei familiari più disagiati della nostra comunità, con l'ausilio della Caritas della Parrocchia. Dopo l'assegnazione al Comune di Bovalino, per le medesime finalità, di 78.748,94 euro da parte della Protezione Civile, accreditati in data 30 Marzo 2020 a sole 24 ore dall'emanazione dell'Ordinanza, per non duplicare l'intervento avevamo successivamente concordato, insieme al Gruppo consiliare "Impegno e Partecipazione", di destinarli per altre esigenze, quali il pagamento di utenze o l'acquisto di farmaci, per i nuclei familiari in maggiori difficoltà, dando priorità alla presenza di minori e disabili.

Oggi, a distanza di 10 giorni dall'arrivo dei fondi destinati ai buoni spesa e all'acquisto di derrate alimentari, preso atto della mancata assegnazione ai beneficiari da parte del Comune e in vista della Santa Pasqua abbiamo deciso, di comune accordo con il Gruppo consiliare "Impegno e Partecipazione", di ripristinare l'originaria scelta, dando mandato a Don Luigi e alla Caritas di rafforzare l'attività che stanno già portando avanti in modo encomiabile da diversi giorni, grazie alle donazioni ricevute. Abbiamo quindi concordato l'allestimento di pacchi alimentari da distribuire subito alle famiglie disagiate di Bovalino, per rendere la loro Pasqua un po più serena.

Non è il momento delle polemiche, ma è doveroso fare delle riflessioni. Fin dal primo giorno di questa difficile emergenza abbiamo immediatamente manifestato al Sindaco e alla maggioranza la nostra piena disponibilità a collaborare per la predisposizione degli adempimenti necessari a dare sollievo, nel più breve tempo possibile, alle tante famiglie bovalinesi in grande difficoltà. Lo avevamo fatto con spirito costruttivo, consapevoli che era necessario condividere la responsabilità di scelte difficili che allo stesso tempo richiedevano tempestività, trattandosi di fondi stanziati tramite un'Ordinanza della Protezione Civile. L'obiettivo era assicurare in via emergenziale, nel più breve tempo possibile, importanti interventi di solidarietà alimentare e beni di prima necessità.

Il Sindaco nei giorni scorsi ci ha comunicato, tramite una nota, che insieme alla maggioranza, confrontandosi con la Parrocchia e la Caritas, aveva già predisposto le attività necessarie alla distribuzione dei buoni alimentari e dei beni di prima necessità. Oggi, a soli due giorni dalla Santa Pasqua, mentre altri Comuni del comprensorio stanno già distribuendo i buoni spesa, dobbiamo prendere atto con grande rammarico che i 78.748,94 euro stanziati d'urgenza dalla Protezione civile sono ancora fermi sul conto corrente del Comune, malgrado le tante situazioni di disagio che ci vengono quotidianamente manifestate da diversi nostri concittadini, in difficoltà economiche a causa della grave emergenza in atto.

Dispiace che neanche questa volta sia stato possibile stabilire una costruttiva collaborazione con la maggioranza, come auspicabile in piena emergenza e come avvenuto in tanti altri Comuni, malgrado la nostra incondizionata disponibilità a dare il nostro contributo. Ragionando insieme, anche attraverso le proposte che avevamo suggerito, avremmo potuto individuare soluzioni migliori e più rapide, che avrebbero dato immediato sollievo a tante persone bisognose di un aiuto. La maggioranza purtroppo, ancora una volta, ha scelto una strada diversa e oggi non possiamo che prendere atto, con amarezza e dispiacere, di un grave ritardo nell'assegnazione di importanti risorse ai nuclei familiari in difficoltà di Bovalino.

Pertanto, nell'attesa che vengano completate le farraginose procedure burocratiche in atto previste nell'Avviso pubblico, che non hanno ancora consentito la distribuzione degli aiuti resi tempestivamente disponibili dal Governo, insieme al Gruppo consiliare "Impegno e Partecipazione" abbiamo ritenuto necessario e più utile alla nostra comunità ripristinare l'originaria destinazione dei fondi messi a disposizione dai gruppi consiliari di minoranza, che sono già stati trasferiti alla Caritas e resi immediatamente disponibili. Invitiamo chiunque avesse difficoltà economiche, necessità di un aiuto alimentare o di beni di prima necessità, di contattare la Caritas della Parrocchia di Bovalino al numero di telefono 3701539074, che provvederà alla consegna di quanto necessario e dei pacchi alimentari, previa verifica dell'effettivo disagio economico.

Con l'augurio che la Santa Pasqua porti presto serenità nelle nostre famiglie, soprattutto in quelle con maggiori difficoltà".

Lo si legge in una nota del Gruppo Consiliare Nuova Calabria - Bovalino.