Reggio Calabria
 

Motta San Giovanni (RC), Mallamaci: “Impossibile dialogare con maggioranza irresponsabile”

"Giovedì 22 ultimo scorso alle 16.35 circa mi contatta, con il consueto garbo, il capogruppo di maggioranza, consigliere Santo Crea, il quale mi informa che giovedì 30 sarebbe stata convocata la conferenza dei capogruppo e a seguire la commissione bilancio. Fin qui niente di male, se non fosse altro che per il giorno successivo era già convocato il Consiglio comunale. Ovviamente la mia risposta è stata perentoria: non partecipo né alla commissione Bilancio né tantomeno alla conferenza dei capigruppo in quanto ritengo che entrambe siano superflue dato che nulla possano determinare rispetto all'ordine del giorno già fissato per il Consiglio comunale. Siamo di fronte all'ennesima scorrettezza di una maggioranza che intende la gestione della cosa pubblica a proprio ed esclusivo piacimento. Ancor più grave è il fatto che al Consiglio Comunale fissato per il 31 sarà trattato un punto fondamentale per il futuro del nostro Comune dal punto di vista dei "conti". La data ultima concessa dal Ministero per integrare la carente documentazione (l'avevo detto per come riportato nelle dichiarazioni di voto del consiglio comunale del 18.10.2019) inviata per l'ottenimento dell'approvazione del bilancio stabilmente riequilibrato è scaduta già da 10 giorni ma questa maggioranza ormai assume tutte le decisioni sul filo di lana con scarso senso di responsabilità. Sarebbe stato normale convocare un incontro ad hoc almeno una settimana prima della seduta consiliare. Ognuno di noi in quella sede avrebbe potuto analizzare ed eventualmente condividere quanto elaborato dagli uffici in risposta alle numerosissime richieste formulate dal Ministero preposto all'approvazione.

"Questo a conferma di come sia impossibile dialogare quando ai consiglieri, così come avviene anche per le numerose interrogazioni inevase, in spregio alle norme vigenti, viene negata la possibilità di conoscere per tempo le problematiche che poi saranno oggetto di discussione/voto in Consiglio Comunale. Il dimissionario presidente del Consiglio Comunale, Giovanni Gattuso, ha sempre, durante lo svolgimento delle sue funzioni, rispettato le prerogative delle minoranze (della presa d'atto delle sue dimissioni e della elezione del nuovo presidente del consiglio non vi è alcuna traccia nel consiglio convocato per il 31 p.v.). Difficile immaginare prospettive migliori nella consapevolezza che al peggio non c'è mai fine". Lo dichiara, in una nota, del consigliere comunale di Motta San Giovanni, Domenico Mallamaci.