Firme
 

“La Strada” di Pazzano verso le elezioni comunali, idee e storia del candidato sindaco di Reggio sostenuto da De Magistris

pazzanodi Simone Carullo - "Antifascismo e antimafia", sono i due capisaldi da cui prende avvio il cammino verso le elezioni comunali di Reggio Calabria del candidato sindaco Saverio Pazzano, portavoce del "Collettivo La Strada", in collaborazione con il movimento nazionale "Democrazia e Autonomia – demA", di Luigi De Magistris, e la piattaforma municipale "Nomi Cose Città R come Reggio".
Ed è proprio alla presenza del sindaco di Napoli che, sabato 26 ottobre alla ore 17.30, all'auditorium Don Orione di Reggio Calabria, si terrà l'iniziativa politica dal titolo "Reggio è tornata. Da Sud tornare a essere città", presentata nella conferenza stampa di questa mattina. In quell'occasione "saranno tracciate le linee programmatiche del movimento, sarà definita un'idea di città e di pratiche amministrative" e si ufficializzerà la candidatura di Pazzano.
"Il Collettivo La Strada" ed il coordinamento cittadino "Nomi Cose Città" hanno portato avanti, nel corso dell'ultimo anno, una serie di iniziative di cittadinanza attiva nel tentativo di sollevare attraverso l'impegno civico ed il confronto l'attenzione su alcuni punti critici, dal carattere anche simbolico, della nostra città. Sono i cosiddetti "Cammini Urbani", trekking urbano nelle diverse periferie della città, dal Lido Comunale ormai in degrado al mercato coperto.
Si tratta dunque di un movimento civico, sebbene inserito in una piattaforma nazionale ed europea, com'è "DemA", che prende le mosse dall'associazionismo e dall'impegno nel sociale e che dal basso si propone l'obiettivo di cambiare Reggio, "attraverso la valorizzazione dell'esistente, le realtà sociali e culturali, le scuole e le Università", e renderla "città abitabile". Un movimento svincolato dalle dinamiche e dalle maglie della politica tradizionale, che parla un linguaggio altro, assai lontano dal politichese di maniera, e porta con sé i valori della partecipazione attiva, dell'ambientalismo, ovvero delle esperienze municipaliste nel mondo.
All'iniziativa di sabato 26, "Reggio è tornata. Da Sud tornare ad essere città", interverranno:
Giulia Serranò, operatrice sociale. Da 15 anni lavora nell'ambito dell'orientamento, dell'inserimento lavorativo, della formazione e della progettazione. Si occupa anche di interventi di inclusione e sviluppo di comunità. Partecipa a gruppi formali e non, che si occupano di solidarietà agli ultimi.
Maria Passalia, studentessa di Giurisprudenza, attualmente studia e vive a Reggio Calabria. Sensibile al tema dell'europeismo, dello sviluppo culturale e politico in chiave europea, ha studiato e lavorato in Danimarca e in Inghilterra. Opera come volontaria nel campo degli scambi culturali, nel sostegno alle categorie svantaggiate, nell'educazione dei minori. È la coordinatrice del gruppo giovani de "La Strada".
Barbara Cartella, avvocato, si occupa prevalentemente di immigrazione e politiche dell'accoglienza. È tutore per i Minori Stranieri non Accompagnati. Opera da vent'anni nell'ambito dell'associazionismo per il recupero della devianza minorile, dell'educazione, della legalità. Ha curato a livello nazionale la formazione di gruppi giovanili nell'ambito del recupero e utilizzo dei beni confiscati.
Michele Conia, sindaco di Cinquefrondi, responsabile Mezzogiorno di demA.
Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, presidente di demA.

Saverio Pazzano, candidato sindaco di Reggio Calabria. Professore di lettere alla Scuola Statale per adulti, dopo anni d'insegnamento di latino e greco nei licei. Viene dallo scautismo, per cui è educatore dei giovani e formatore nazionale di adulti. Ha accompagnato e condotto percorsi di animazione di strada, progettazione di comunità, insegnamento e formazione a formatori e docenti in Italia e all'estero, dal rione Sanità con P. Zanotelli a Scampia, dall'Amazzonia al Ciad, al Kenya, al Congo, alla Tanzania. A Reggio Calabria ha partecipato alla nascita di varie realtà di impegno sociale e del volontariato, tra cui "Amnesty International". Ha scritto romanzi e saggi sullo Stretto, sulla Calabria, sulla Resistenza, sul Mediterraneo, su città e territorio. Collabora con riviste nazionali per cui tratta di critica letteraria, educazione, formazione e cittadinanza attiva.
Domenica 27, infine, il programma della due giorni de "La Strada" proseguirà con il Cammino Urbano, sempre alla presenza di Luigi de Magistris, che partirà dal Ristornate "l'Accademia" dello chef Filippo Cogliandro, luogo emblematico per la riflessione sui temi della giustizia, della legalità e dell'impegno contro la 'ndrangheta. A seguire il Cammino continuerà al Lido Comunale, bene comune su cui "La Strada" ha già presentato proposte di ripristino e valorizzazione e che sarà centrale nel programma di recupero di Reggio Calabria.