Cosenza
 

Rifiuti, Granata (Valle Crati): “ATO Cosenza inadempiente”

In relazione alla giusta richiesta del Sindaco della Città di Cosenza Mario Occhiuto, all'ATO dell'elenco della quantità dei rifiuti conferiti da Settembre ad oggi, tengo a specificare quanto segue:

Nelle more dell'approvazione e della sottoscrizione della convenzione da parte della Comunità d'Ambito Territoriale Ottimale della provincia di Cosenza che vede il Presidente Avv. Marcello Manna e il suo DUC Ing. Francesco Azzato, già inadempienti . In data 29/05/2020, lo scrivente Presidente del Consorzio Valle Crati con lett. prot. nr. 788, indirizzata al Presidente Avv. Marcello Manna, al DUC Ing Francesco Azzato, a Calabra Maceri e Servizi S.P.A. e a Ekro s.c.a.r.l. , considerata la necessità dell'Ente Consortile di controllare nonché di verificare il pagamento integrale dei conferimenti dei rifiuti prodotti da parte dei singoli comuni fruitori del servizio presso la discarica consortile di loc. Vetrano in San Giovanni in Fiore, richiedeva alla Comunità d'Ambito Territoriale Ottimale della provincia di Cosenza ed alle società autorizzate al trattamento dei rifiuti di voler trasmettere al Consorzio Valle Crati con cadenza giornaliera i seguenti dati:

1) Per ogni comune appartenente alla Comunità d'Ambito Territoriale ottimale della Provincia di Cosenza i flussi/quantitativi dei rifiuti di singoli comuni in entrata presso gli impianti di trattamento autorizzati;
2) Per ogni Comune appartenente alla Comunità d'ambito Territoriale ottimale della provincia di Cosenza i flussi/quantitativi dei rifiuti dei singoli Comuni in uscita dagli impianti di trattamento autorizzati e che vengono conferiti presso la discarica consortile di Loc. Vetrano in San Giovanni in Fiore .

Tanto premesso, ad oggi non è pervenuto alcun dato relativo alle richieste effettuate, constatando pertanto l'inadempienza dell'ATO 1 Cosenza e del DUC, relativo alla trasmissione dei dati .

Lo afferma il presidente del Consorzio Valle Crati, Maximiliano Granata.