Cosenza
 

Scienze turistiche e Valorizzazione dei sistemi turistico culturali: prosegue la battaglia per il riconoscimento nella Pubblica Amministrazione

"Sono anni che l'associazione studentesca Unicalmente - si legge in una nota - si batte per il riconoscimento dei Corsi di Laurea L15 e LM49 per l'accesso ai concorsi della Pubblica Amministrazione.

Una battaglia che negli anni non si è mai conclusa, supportata dal costante impegno ed interesse da parte dei Rappresentanti degli studenti che hanno lavorato per portarla avanti, partendo dagli ex Rappresentati quali Antonio Acri, Danilo Martire, Vincenzo Fallico e l'attuale Presidente dell'associazione Unicalmente Enrico Frangione.

È stato chiesto in ogni circostanza quanto senso avesse studiare per anni, senza poter raggiungere i risultati auspicati dal punto di vista lavorativo, essendo negato l'accesso ai pubblici concorsi.

Già negli scorsi anni la problematica è stata portata all'attenzione della Crui, che si era espressa in merito, riconoscendo la congruità dei titoli professionali e della materia Turismo normata in maniera concorrente anche dagli Enti locali.

L'associazione ha sottoposto all'attenzione dell'unico Consigliere del C.N.S.U. della Calabria, Francesco De Luca, Ia problematica e la relativa documentazione. Lo stesso da subito si è prodigato per supportare le richieste dei già laureati e i neolaureati dell'Università della Calabria in Scienze turistiche e Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici.

Nelle giornate del 21-22-23-Maggio il Consigliere ha provveduto a presentare una richiesta in merito al Ministero dell'Università e della Ricerca, per intervenire presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e presso il Dipartimento per gli Affari regionali e le Autonomie ,per quanto concerne il riconoscimento delle classi di laurea L15 e L49 nelle Pubbliche Amministrazioni e nei relativi bandi di concorso pubblico di selezione, oltre che nei concorsi per l'insegnamento e per il Tirocinio Formativo Attivo (TFA).

La mozione presentata da De Luca, rappresentante del gruppo di Primavera degli Studenti è stata approvata all'unanimità dal C.N.S.U. , adesso auspichiamo un rapido intervento del Governo per porre fine a questo trattamento discriminatorio".