Cosenza
 

Cosenza, Giunta approva delibera di indirizzo per l'istituzione a Donnici del Museo del Vino

La Giunta comunale, presieduta dal Sindaco Mario Occhiuto e su proposta dell'Assessore al turismo e marketing territoriale Rosaria Succurro, ha adottato una delibera di indirizzo per l'istituzione a Donnici del Museo del Vino. Il Museo sarà ospitato in una struttura scolastica di proprietà comunale, non più utilizzata per le sue finalità originarie, e ubicata sull'ex strada provinciale. La Giunta ha individuato nell'ex scuola lo spazio ideale dove collocare gli oggetti della tradizione contadina e vinicola e dove poter svolgere le attività di conoscenza e promozione del territorio di Donnici e delle sue eccellenze enogastronomiche.

"Donnici - sottolinea l'Assessore Rosaria Succurro che ha avuto per prima l'idea di istituire il Museo del Vino - ha dimostrato in più occasioni, per le enormi potenzialità del territorio, a forte vocazione turistica, di avere tutte le carte in regola per diventare un vero e proprio borgo del gusto nel quale le eccellenze enogastronomiche che è in grado di esprimere possano trovare la loro immediata valorizzazione. La promozione del territorio, con i suoi vitigni, rappresenta – ha aggiunto Succurro – uno strumento di grande utilità per lo sviluppo del turismo, in particolare l'enoturismo, nelle diverse declinazioni di turismo sensoriale ed emozionale. L'istituzione del Museo del Vino – ha aggiunto Succurro – potrà rappresentare un ulteriore tassello ed un valore aggiunto anche della tradizionale Sagra dell'uva "Sapori d'autunno", per consentire al vino prodotto a Donnici di entrare nei circuiti virtuosi del buon vino che risulta apprezzato non solo dai calabresi, ma anche altrove". Il Museo del Vino raccoglierà le testimonianze dell'antica arte contadina legata in modo indissolubile alla coltivazione dei vigneti. Attraverso la creazione di una collezione museale sul territorio di Donnici potrà essere perpetuata quella tradizione di cui sono depositari anche i diversi artigiani locali che hanno mutuato il loro lavoro proprio dall'arte contadina, attraverso quegli oggetti che, richiamandosi a questa tradizione, costituiscono un patrimonio di particolare importanza. Il Museo sarà anche luogo di incontri, di formazione, di laboratori del gusto, di degustazioni. L'allestimento del Museo del vino sarà composto dalle donazioni di attrezzature, utensili ed altre testimonianze materiali da parte dei privati e di altri soggetti pubblici interessati.