Cosenza
 

Inaugurata scuola “San Giovanni Bosco” di Trebisacce (Cs), Musmanno: “Abbiamo lavorato per realizzare edifici sicuri”

In occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico è stata inaugurato questa mattina a Trebisacce, alla presenza del sindaco della città Franco Mundo, del dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo "Corrado Alvaro" Laura Gioia, del Prefetto di Cosenza Paola Galeone, di numerose autorità civili e religiose, docenti, genitori e bambini festanti, il plesso scolastico San Giovanni Bosco che ospita la scuola dell'Infanzia e l'intero ciclo delle elementari. Una struttura completamente rinnovata, oggetto di lavori di adeguamento sismico ed efficientamento energetico finanziati dalla Regione Calabria con un investimento complessivo che ammonta a circa 800 mila euro. Il complesso, oltre al corpo docente e non docente. accoglie ogni giorno circa 400 alunni. Una piccola cittadella dei bambini, quindi, che da oggi avrà un assetto funzionale e strutturale sicuramente più sicuro, soprattutto sotto il profilo del rischio sismico. A rivolgere l'augurio di buon inizio dell'anno scolastico in rappresentanza della Giunta regionale è stato l'assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno che ha fatto le veci del presidente Oliverio, assente per impegni istituzionali concomitanti. L'assessore regionale, dopo aver illustrato i tantissimi risultati positivi raggiunti in cinque anni di governo regionale, ha sottolineato con particolare forza quanto è stato realizzato per la messa in sicurezza delle scuole presenti su tutto il territorio calabrese.

"Il programma "Scuole Sicure" -ha detto Musmanno- è il vero fiore all'occhiello della giunta Oliverio. Quello che sta accadendo oggi qui è già accaduto, sta accadendo e accadrà in circa 700 località della Calabria. Il programma nasce dalla constatazione che la nostra è la regione con la più alta concentrazione di scuole ad altissimo rischio sismico del Paese. Sono circa 400 i comuni a rischio. Tre anni fa l'anagrafe degli istituti scolastici era ferma all'8%. Solo una piccolissima parte dei nostri edifici scolastici, quindi, era censita e registrata presso il Miur. Oggi questo numero è salito al 100%. Non esiste un progetto di quelli ammissibili presentato alla Regione Calabria che non sia stato finanziato. Abbiamo stanziato 580 milioni di euro per 680 scuole presenti su tutto il territorio regionale, suddivise in un piano triennale con un'unica, ineludibile indicazione: adeguamento sismico e non interventi tampone o finanziamenti a pioggia. Ciò vuol dire mettere gli edifici in condizione di sopportare eventi sismici di elevata intensità e garantire, quindi, ai nostri ragazzi e quanti operano all'interno della scuola, la massima sicurezza. A ciò abbiamo aggiunto la richiesta di migliorare la qualità e la sostenibilità degli edifici anche sotto il profilo dell'efficientamento energetico. Oggi i nostri edifici scolastici, quelli su cui è già stato eseguito e completato l'intervento, sono all'avanguardia in Italia e in Europa. E non è un caso che la nostra sia stata riconosciuta dal Ministero competente come l'unica regione italiana ad aver incrementato la qualità delle scuole senza alcun paragone con nessuna altra regione italiana. Attualmente, in considerazione del fatto che le graduatorie esistenti in regione risultano esaurite, abbiamo dato corso ad un altro bando destinato a tutte le scuole che ancora devono completare il programma di adeguamento. Il bando sarà pubblicato nel corso di questa settimana e avrà scadenza il 2 dicembre 2019. Contemporaneamente sarà istituito, entro i primi giorni del mese di ottobre, un elenco di professionisti idonei a espletare attività di progettazione e direzione lavori per interventi di edilizia scolastica. Abbiamo stanziato 700 mila euro circa a favore dei comuni per incarichi di progettazione e direzione lavori da affidare ai professionisti dell'elenco di cui sopra. Successivamente, alla chiusura dell'avviso, gli Enti Pubblici potranno ancora presentare progetti che, se ammissibili, saranno inseriti in coda al Piano Triennale. Infine, abbiamo affidato ai comuni la gestione delle risorse messe da noi a disposizione. Il vostro comune è stato ed è tra quelli che più hanno saputo dimostrare capacità amministrativa e manageriale. Sono sicuro che uguali capacità continuerà a dimostrarle anche nella gestione di un altro finanziamento, assai più corposo, di 7 milioni di euro, destinato all'abbattimento e alla ricostruzione di un altro plesso scolastico della vostra città".
"Auguro a tutti – ha concluso l'assessore Musmanno- un anno scolastico ricco di risultati e di traguardi sempre più ambiziosi. Noi ce l'abbiamo messa e continueremo a mettercela tutta per garantire sicurezza e qualità delle vostre scuole. Voi, ora, dovrete fare il resto. Buon anno scolastico".