Cosenza
 

Corigliano-Rossano (Cs), sversamento liquami: sequestrati condotta, fosso e collettore

Una condotta, un fosso di diversi chilometri e un collettore che sfocia nel mare sono stati sequestrati nel comune di Corigliano-Rossano dai militari della Stazione Carabinieri Forestale. Da diversi anni l'amministrazione comunale ha consentito all'interno del fosso consortile lo sversamento di liquami fognari senza alcun trattamento; diverse sono state le segnalazioni di cittadini e interventi del Servizio igiene pubblica non hanno pero' portato ad una soluzione del problema. Lo sversamento dei liquami ha provocato nelle acque la formazione di schiume oltre all'emissione di forti odori.

Il fosso, denominato Santa Lucia, per gli investigatori "non appare idoneo a svolgere funzioni di corpo recettore, tanto da far configurare anche una gestione illecita di rifiuti liquidi costituiti da reflui urbani che determinano un evidente pericolo per la salute pubblica essendo questo ubicato in una area altamente popolata". le analisi dell'Arpacal hanno fatto emergere un tasso di escherichia coli superiore di molto ai limiti previsti. Oltre al sequestro si e' quindi proceduto alla denuncia di sei persone, responsabili di settore e amministratori, i quali dall'attivita' investigativa effettuata e dagli atti acquisiti, nel periodo dal 2012 al 2017 hanno avuto un comportamento omissivo circa il problema che ha portato al conseguente danneggiamento delle acque pubbliche. (AGI)