Catanzaro
 

Catanzaro, festa dell'albero: Carrozza, Cavallaro e Lobello alla cerimonia

Sensibilizzare i bambini alla tutela dell'ambiente, alla piantumazione di nuove essenze arboree, alla diffusione di buone pratiche in materia di verde pubblico. Sono le finalità alla base dell'edizione 2019 della Festa dell'albero, promossa dall'amministrazione comunale in sinergia con gli Istituti comprensivi del capoluogo e con l'Ordine provinciale degli Agronomi.

Gli assessori Domenico Cavallaro (Ambiente), Concetta Carrozza (Pubblica istruzione) e Alessandra Lobello (Politiche giovanili) hanno partecipato, insieme al presidente dell'Ordine degli Agronomi, Antonio Celi, alle cerimonie che si sono tenute in diversi Istituti comprensivi di Catanzaro. Il tour dei delegati di giunta è partito dal plesso "D'Errico" (Pascoli-Aldisio) e si inserisce nella campagna nazionale "Un albero per il clima", lanciata da Legambiente.

"L'amministrazione – hanno sottolineato gli assessori – si sta impegnando molto nella tutela dell'ambiente e del verde pubblico e la Festa dell'albero ha rappresentato l'occasione per andare nelle scuole e diffondere fra i bambini queste buone pratiche. La sensibilizzazione su questi grandi temi è un'opportunità che il Comune, tutti i Comuni, non possono lasciarsi sfuggire. La collaborazione con professionisti competenti, come quelli dell'Ordine degli Agronomi, per cui ringraziamo il presidente Celi, va nella direzione voluta. Un grazie particolare lo rivolgiamo ai dirigenti e alle dirigenti degli istituti comprensivi catanzaresi che hanno voluto aderire all'iniziativa dimostrando amplissima sensibilità".

L'assessore Cavallaro ha inoltre specificato: "Tutte le associazioni che hanno aderito alla Festa dell'albero possono piantare le essenze nei cortili delle scuole, ma prima devono obbligatoriamente richiedere l'autorizzazione al settore Igiene ambientale del Comune: con la bozza di regolamento sul verde pubblico, che ha redatto gratuitamente l'Ordine degli agronomi, e che adesso è al vaglio delle commissioni consiliari competenti, Palazzo De Nobili ha avviato la razionalizzazione e il riordino del settore, attraverso cui ogni nuova piantumazione dovrà essere normata a livello centrale".