Catanzaro
 

Lamezia Terme (Cz), lettera aperta dei 6 candidati a sindaco al prefetto Alecci: “Rinviare deliberazione che ha definito il teatro Grandinetti Comunale bene di rilevanza economica”

L'ATS In Teatro composto da Ama Calabria, I Vacantusi e Teatrop ha invitato i candidati che concorrono alla carica di Sindaco della città di Lamezia Terme a sottoscrivere una lettera aperta da inviare al Dott. Francesco Alecci Presidente della Commissione Straordinaria del Comune di Lamezia Terme e per conoscenza a S.E. Dott.ssa Francesca Ferrandino Prefetto di Catanzaro con la quale unanimemente invitano il Dott. Alecci a soprassedere dal portare avanti la deliberazione che ha definito il teatro Grandinetti Comunale bene di rilevanza economica.

Riportiamo integralmente il testo della missiva:

"Eccellenza,

i sottoscritti Massimo Cristiano, Eugenio Guarascio, Paolo Mascaro, Ruggero Pegna, Rosario Piccioni e Silvio Zizza, candidati alla carica di Sindaco del Comune di Lamezia Terme, pienamente consapevoli che lo svolgimento delle attività culturali in Città possa contribuire al più complesso sviluppo della qualità della vita dei lametini, esprimono unanimemente una forte preoccupazione per quanto si riferisce in ordine alla volontà della Commissione Straordinaria da Lei presieduta di sollecitare le procedure per il bando pubblico relativo alla gestione del Teatro Grandinetti Comunale sulla base della deliberazione che, nel maggio del 2018, ha definito detta struttura bene economicamente rilevante tenendo conto di valutazioni irrealistiche e che non tengono conto neanche degli effettivi numeri agli atti dell'Amministrazione.

In particolare, non si comprende la necessità di sollecitare detto provvedimento a pochi giorni dallo svolgimento di competizione che restituirà alla Città una amministrazione elettiva ed a pochi giorni, quindi, dall'insediamento della stessa; al riguardo, inutile sottolineare che la pubblicazione del bando condizionerà in maniera negativa, proprio perché fondato sul principio che il Teatro Grandinetti sia un bene di rilevanza economica, le attività culturali lametine, che hanno invece bisogno di un assoluto rilancio dopo le difficoltà incontrate nel periodo commissariale, e comunque impediranno o renderanno più difficoltoso alla futura amministrazione di porre in essere la propria visione sul tema.

Alla luce di queste considerazioni solo accennate, i sottoscritti candidati invitano la Commissione Straordinaria da Lei presieduta a soprassedere dal portare avanti la deliberazione che ha definito impropriamente e immotivatamente il Teatro Grandinetti Comunale bene di rilevanza economica e di permettere all'Amministrazione che sarà liberamente eletta dai cittadini l'onere e la responsabilità di adottare provvedimenti che siano consoni alla loro visione e consentano comunque la piena e più compiuta fruizione dello spazio teatrale da parte del ricco mondo associativo di cui la Città dispone".