Calcio
 

La Reggina cala il poker: Denis spazza via l'Avellino, al Partenio finisce 1-2

20190827 121944di Paolo Ficara - Senza parole. Stanno finendo gli aggettivi per questa Reggina, capace di ottenere la quarta vittoria consecutiva in campionato. Ormai gli amaranto si sono sbloccati definitivamente anche in trasferta: dopo il Veneziani di Monopoli, viene sbancato anche il Partenio-Lombardi. Denis ci impiega un quarto d'ora, a partire dal proprio ingresso in campo, per mettere l'autografo su tre punti preziosissimi: un gol di testa e uno di destro al 64' ed al 69', a rendere vano il tentativo di rimonta da parte di Charpentier al 72'. Cresce sempre di più la sensazione che nessuno sia più forte della Reggina nell'attuale torneo di Serie C.

LE SCELTE – In attacco si registra l'unica novità da parte di Toscano, rispetto all'undici che ha battuto il Picerno: Reginaldo rileva Denis. Per il resto, tutto confermato con Rolando che rimane a sinistra per la terza gara consecutiva. Rivas è rimasto a casa ko. Capuano rinforza gli ormeggi a destra con Celjak, ma la formazione non è rinunciataria presentando le punte Charpentier e Albadoro.

REGINAL... NO – Sono addirittura quattro le palle gol per Reginaldo, nella prima frazione. Due su sviluppi di corner da destra, entrambe con deviazione sottoporta o imprecisa o stoppata da un avversario. Il brasiliano ha anche due opportunità col destro nel cuore dell'area, ma prima non trova il guizzo per evitare il muro difensivo e poi calcia in bocca a Tonti in uscita. Avellino pericoloso col solito Charpentier, la cui palombella viene salvata da Loiacono sulla linea di porta.

RE MIDA – Due i cambi operati da Toscano all'intervallo. Fuori Bellomo e Corazza, dentro De Francesco e Doumbia. Dunque il tecnico non schiera Denis e Reginaldo contemporaneamente insieme, preferendo avvicendarli al 54'. Nel frattempo l'Avellino preme, Guarna deve intervenire un paio di volte. La svolta al 64', grazie ad un'azione iniziata dall'altro subentrato Salandria: imbucata a destra per Bianchi, che riesce a crossare dopo scambio con De Francesco, per la testa di Denis sul secondo palo. Non c'è scampo per Tonti, che non riesce a deviare la cannonata del Tanque: è 0-1. Di fatto è stato il primo vero pallone toccato dall'argentino, subito trasformato in oro.

SIGILLO – Denis si conferma Re Mida a distanza di cinque minuti. De Francesco vince un contrasto con l'ex compagno Laezza e sfonda a destra: El Tanque cicca il primo impatto col cross basso, ma la palla gli rimane lì ed arriva il destro chirurgico per lo 0-2. Seconda doppietta consecutiva al 69'. Gli irpini non ci stanno: cross da sinistra al 72, Charpetier molto bravo nel prendere posizione tra Rossi e Rolando per l'1-2. Terza segnatura consecutiva per il giovane francese. Benedetto il palo che ferma il sinistro dalla distanza di Rossetti, ennesimo segnale di questo campionato. Nel finale Toscano si mette a cinque, con Gasparetto al centro della difesa e Blondett dirottato a destra. Denis si conferma uomo in più, tenendo tutti i palloni possibili ed innescando varie ripartenze non sfruttate. Annullato per fuorigioco un gol a De Francesco.

ENTUSIASMO ALLE STELLE – Nemmeno il turno infrasettimanale ha lasciato tossine alla Reggina di Toscano, che esce da questa settimana col bottino pieno. Piegato un Avellino reduce da quattro punti contro Bari e Ternana. Non è più la Reggina del continuo turnover di inizio stagione, ci sono ormai dei titolari che trovano continuità e si conoscono sempre meglio in campo. Domenica prossima altra trasferta, in casa del Potenza miglior difesa d' Europa. Ma gli amaranto ci andranno da primi della classe.

AVELLINO – REGGINA 1-2

Rete: 64', 69' Denis, 72' Charpentier

AVELLINO (5-3-2): Tonti; Celjak, Illanes, Zullo, Laezza, Parisi (46' Karic); De Marco (70' Rossetti), Di Paolantonio, Micovschi; Charpentier, Albadoro (70' Alfageme). A disposizione: Pizzella, Abibi, Palmisano, Njie, Carbonelli, Evangelista, Silvestri, Petrucci. Allenatore: Capuano.

REGGINA (3-5-2): Guarna; Loiacono, Blondett, Rossi; Garufo, Bianchi (81' Gasparetto), De Rose (58' Salandria), Bellomo (46' De Francesco), Rolando; Reginaldo (54' Denis), Corazza (46' Doumbia). A disposizione: Farroni, Lofaro, Marchi, Bresciani, Rubin, Paolucci. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Gariglio di Pinerolo

Ammoniti: Celjak, De Marco, Capuano, Parisi