Conte: “Anticipiamo 4,3 miliardi ai Comuni. Ulteriori 400 mln per buoni spesa ai più bisognosi”

Conte 28 marzo"Ho appena firmato un Dpcm che dispone la possibilità di usufruire di 4,3 miliardi del fondo di solidarietà nazionale. Coinvolgiamo i sindaci, loro sono le nostre sentinelle per quanto riguarda le comunità locali. Ci affidiamo a loro". Si tratta di "un anticipo del 66%" da distribuire ai Comuni d'Italia.

Così il premier Giuseppe Conte ha annunciato in conferenza stampa le misure per il 'soccorso alimentare', spiegando che a questo fondo si aggiungono altri 400 milioni di euro: "E' un ulteriore somma che anticipiamo con un vincolo: utilizzare questi fondi per le persone che non riescono a fare la spesa. Nasceranno quindi dei buoni spesa per comprare beni di prima necessità, generi alimentari. Dall'inizio della prossima settimana confidiamo che i sindaci siano in grado di erogare i buoni spesa alle persone bisognose" ha spiegato il presidente del Consiglio.

"Faccio un appello alla Grande distribuzione - ha detto Conte - affinché aggiungano un 5-10% di sconto per chi acquista con i buoni spesa".


Per quanto riguarda le misure legate alle attività produttive "ci confronteremo e valuteremo, non sappiamo ancora. E' ancora troppo presto" ha spiegato Conte. "Dall'inizio della settimana cominceremo a lavorarci. Abbiamo adottato questa misura con il massimo senso di responsabilità. L'obiettivo e' sempre la salute dei cittadini".

"La ministra Catalfo e l'Inps stanno lavorando senza sosta. Vogliamo mettere tutti i beneficiari della Cassa integrazione o dei bonus di accedervi subito, entro il 15 aprile e se possibile anche prima. La macchina statuale richiede dei procedimenti complessi. Stiamo facendo l'impossibile – ha proseguito Conte - per azzerarli".

Sul bollettino odierno, il capo del governo ha affermato: "Oggi superiamo 10mila vittime. E' un numero che ci colpisce profondamente. E' una ferita che non potremo mai dimenticare". Allo stesso tempo, c'è un altro dato che ci incoraggia: 1434 guariti in più. E' il numero più alto finora. In settimana ci confronteremo con il comitato scientifico, sperando ci portino buone notizie".

Sono giorni molto difficili, rendiamo immediatamente disponibili risorse per i Comuni per aiutare le persone in difficolta' a reperire prodotti di prima necessita' e generi alimentari". ha detto il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in conferenza stampa con il premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi, ribadendo che "nessuno deve essere lasciato da solo". "Abbiamo anticipato con Dpcm l'erogazione di 4,3 miliardi del Fondo di solidarieta' ai comuni per dare ossigeno immediato ai loro bilanci e aggiungiamo 400 milioni" per gli aiuti alimentari. Le misure saranno "operative da domattina. Ringrazio l'Anci per la collaborazione - ha aggiunto - perche' cosi' abbiamo trovato il metodo piu' rapido per fare arrivare un aiuto concreto" a chi ha bisogno.

I finanziamenti stanziati oggi dal governo "danno liquidità immediata che permetterò ai servizi sociali di dare una risposta velocissima, immediata, a tutte le persone che avranno bisogno di acquistare generi alimentari e prodotti di prima necessità". Lo ha detto il presidente dell'Anci, Antonio Decaro, in collegamento con la conferenza stampa del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

"Distribuiremo queste risorse sulla base della popolazione e dell'indice di povertà delle nostre singole comunità. Noi sindaci faremo la nostra parte insieme alla nostra comunità per non lasciare indietro nessuno".

"Questa emergenza - ha sottolineato ancora - ha rideterminato le nostre priorità, quella di oggi e' permettere ai cittadini di poter sfamare i propri figli. Arrivano centinaia di richieste dalle famiglie che stanno vivendo difficoltà economiche e sociali. Abbiamo messo in campo tutte le energie presenti nelle nostre comunità, e attraverso una rete straordinaria di volontari portiamo generi alimentari e prodotti di prima necessita' a chi ne ha bisogno".

Creato Sabato, 28 Marzo 2020 19:56