Bruno Bossio (Pd): “Nel Sud spesa sociale dimezzata. Governo operi profonda correzione”

"Bene fa il ministro Boccia a tenere dritta la barra sull'autonomia differenziata e a lavorare per la compiuta affermazione dei principi di coesione territoriale e solidarietà fra comunità." Così in una nota la parlamentare dem Enza Bruno Bossio che continua: "È necessario prima di tutto operare una correzione profonda nella programmazione della spesa sociale. Il divario fra Nord e Sud, per come oggi evidenzia l'istat, è pesante soprattutto nella spesa dei Comuni per i servizi sociali: ebbene il budget tocca punte massime nel Nord est e va a picco nel Meridione. La spesa sociale destinata al sud si dimezza; la quota pro capite è di 58 euro al sud a fronte dei 119 della media nazionale. Addirittura nel nordest arriva a 172. E così sarà sempre e per tutti i servizi - non solo Welfare - se teniamo a riferimento la spesa storica dei territori e non i livelli essenziali di prestazione." Conclude la deputata Enza Bruno Bossio: "E' sufficiente la logica a spingerci tutti a comprendere come le regioni, senza differenza alcuna, debbano essere messe in condizioni eguali alla partenza, garantendo i diritti primari a tutti i cittadini italiani a prescindere dalla latitudine di nascita.

È inevitabile, pertanto, che la necessità di una profonda correzione sia una urgente priorità dell'agenda del Governo".