Regionali, Irto: “Io il più votato? Mio successo è solo magra consolazione”

"Il mio successo personale è una magra consolazione alla luce della nostra sconfitta. Lo dice all'AdnKronos Nicola Irto, giovane presidente del Consiglio regionale rieletto con 12mila preferenze, il più votato in assoluto in Calabria. 'Ma il 26 gennaio abbiamo perso tutti per via della partecipazione al voto, troppo bassa, e abbiamo perso noi anche per le divisioni nel campo del centrosinistra'.

'Purtroppo in Calabria da anni si verifica l'alternanza fra le parti politiche in campo. Chi governa, alla fine dei cinque anni viene punito dagli elettori. C'è anche da dire - aggiunge - che il centrodestra aveva più liste e candidati più forti, e questo ha sicuramente influito sul risultato finale'.

'Callipo era il candidato giusto, come giusto era il suo progetto innovativo per la Calabria. Si tratta di un esperimento intelligente, arrivato purtroppo tardi, ma che occorre coltivare per costruire l'alternativa alla Lega e a Salvini. Un'esperienza da custodire, dunque, e rilanciare anche stando all'opposizione'. Lo dice all'AdnKronos Nicola Irto, presidente del Consiglio regionale rieletto il 26 gennaio.

"Purtroppo le divisioni all'interno del centrosinistra, andate avanti fino a dicembre, hanno influito nella sconfitta. C'è stata in campo una discussione all'interno del centrosinistra perché il Pd nazionale aveva scelto di avviare un percorso 'civico' individuando in Callipo il candidato migliore - aggiunge -, e ciò ha creato delle divisioni interne note a tutti. Poi siamo riusciti a unire le forze, a fare sintesi, ma forse in ritardo, e questo evidentemente ha influito sul risultato.

"Il M5S, che cinque anni fa qui in Calabria ha avuto percentuali bulgare, ha perso un'occasione storica, quella di sostenere Pippo Callipo. La convergenza del M5S ci avrebbe resi più competitivi, creando una coalizione più larga e innescando un clima diverso. Ciò, fra l'altro, avrebbe permesso anche a loro di approdare in Consiglio regionale. Hanno perso un'occasione importante, storica".